Hi-Tech I Consigli di Vedute Recensioni Rubriche Telefonia

Cubot Max lo smartphone phablet da 6 pollici che conviene… recensione

 Cubot Max, smartphone “phablet” uscito nel 2016, dal basso costo ma dalle ottime prestazioni per la fascia di prezzo.

Cubot è un produttore emergente di smartphone e indossabili Android con sede a Shenzhen, Cina. In Italia al momento è possibile acquistare i suoi prodotti, quasi esclusivamente On-Line negli store ufficiali o sui siti di vendita come Amazon, Ebay ecc…

Invece di concentrare tutte le sue energie sul mercato cinese, la società madre di Cubot, Shenzhen Huafurui Technology Co. Ltd, ha deciso di posizionarsi sui mercati internazionali, dove la domanda di smartphone di fascia media è cresciuta esponenzialmente nel corso degli anni. Ecco perché l’azienda ha stabilito forti connessioni con molti rivenditori su larga scala in tutto il mondo.

Ha conquistato una forte presenza in Europa, Sud America, Medio Oriente e Russia. Cubot è diventata operativa nel 2004 e si è impegnata nella produzione di diversi tipi di smartphone e robot. L’innovazione costante e la R & S hanno trasformato l’azienda in un produttore specializzato che ora mira a stabilirsi come un marchio riconosciuto a livello internazionale.

Cubot progetta e fabbrica telefoni che soddisfano le esigenze di diversi tipi di clienti con focus rivolto al mantenimento di prezzi concorrenziali. 


Torniamo ora alla presentazione del nostro modello MAX. Per chi è alla ricerca di un display grande, con la consapevolezza di cosa comporta in termini di portabilità (non è tascabile, si fatica ad utilizzarlo con una mano ed è piuttosto ingombrante), aspetti certamente valutati e non determinanti nella scelta di questa tipologia di prodotto, il cubot Max è certamente una scelta che soddisfa a pieno tutti coloro che vogliono avere un prodotto di buona qualità ad un prezzo davvero abbordabile. Certo bisogna scendere a compromessi con i limiti di un prodotto di fascia a basso prezzo, ma proprio il suo costo contenuto, se visto in certi termini può davvero diventare il punto forte…

A poco più di 100 euro, troviamo un prodotto con display da 6 pollici, dual sim e batteria da 4100 mah. IL design di cubot max è disponibile in quattro colorazioni, bianco, nero, silver e gold, la back cover posteriore completamente in plastica è caratterizzata da un motivo che ricorda un po i quadri di mondrian, nella parte anteriore abbiamo un led di notifica e i tasti che non sono retroilluminati.

– DISPLAY: 6 Pollici  HD 1280×720
– CPU: Mediatek MT6753 Octa Core
– RAM:  3 GB
– STORAGE: 32 GB espandibile tramite micro SD 
– SIM: Micro + Micro
– FOTOCAMERE: 13 (8 reali) + 5 megapixel
– DIMENSIONI
– PESO: 175 grammi
– BATTERIA: 4100 mAh
– OS: Android 6.0

Sotto della back cover in plastica (rimovibile) troviamo 2 slot per le sim in formato micro e lo spazio per una micro SD.
Buona la ricezione sia in 3G che 4G, audio in chiamata un poì troppo metallico, da segnalare che durante la trasmissione di una chiamata il telefono ci mette un po più di tempo del normale per connettersi alla rete.

Il retro del telefono, è necessario rimuovere la linguetta di plastica che isola la batteria dai contatti prima di poterlo utilizzare.

Lo schermo è il punto di forza

Cubot max ha un display da 6 pollici con risoluzione 1280 x720 ,  su un 6 pollici  per questa fascia di prezzo, se il display è scadente si nota subito e non è questo il caso, il display del cubot max ha una buona resa cromatica, buoni angoli di visuale, touch reattivo e cornici non troppo grosse, il trattamento oleofobico è quasi inesistente , ma onestamente anche su telefoni ben più costosi e di marche molto più blasonate le ditate si trattengono comunque e non vi è poi tutta questa differenza. E’ davvero sorprendente ritrovare un display di questa qualità su un telefono da 6 pollici a poco più di 100 euro.

Lo smartphone arriva già completo di pellicola protettiva applicata.

Basato su Android 6.0 ma con l’aggiunta delle utili gesture a schermo spento (il doppio tap per risvegliare lo schermo funziona benissimo). 
Il sistema è stabile e sempre reattivo e anche la gestione della RAM, che ricordiamo è di ben 3Gb, è buona. Le app preinstallate sono praticamente quasi nessuna, e i menù sono tutti tradotti in italiano a part qualche notifica di sistema. Bisogna “smanettarci” un pochino per configurarlo al meglio, ma tutto funziona abbastanza bene. 

Affiancato e confrontato nelle dimensioni, ad un note 3 che già aveva proporzioni considerevoli, appare subito come un telefono davvero grande.

Cubot Max è grande. È molto grande. Ma obbiettivamente non lo è poi cosi tanto,  certo non è comodissimo tenerlo in tasca, ma infondo se si vuole un telefono grande il compromesso lo si accetta più che volentieri, e per chi è abituato a display “generosi” lo apprezzerà sicuramente. Chi inizia ad utilizzare telefoni con schermi grandi, inoltre, “difficilmente torna indietro”. Lo smartphone presenta una curiosa back cover in plastica che presenta un motivo molto piacevole alla vista e al tatto ed inoltre offre un ottimo grip. C’è anche ci sostiene che avere tra le mani un telefono grande, è più difficile farlo cadere… Sul lato destro troviamo i tasti del volume e il tasto di accensione. All’interno troviamo gli ingressi per la doppia micro SIM o per una micro SIM e per una microSD per espandere la memoria. Memoria che in partenza è da 32 GB.

Batteria da 4000 mah, si superano le 5 ore di schermo accesso e nella giornata tipica di utilizzo si arriva dal mattino tranquillamente fino alle 22 di sera con luminosità sempre al massimo, e con uso intenso durante la giornata.

Il telefono gira piuttosto bene, dotato di  processore MediaTek MTK6753 1.3GHz, un Octa Core che consente a Max di essere piuttosto fluido con un utilizzo base.

Supporta la banda 20 e il 4 g LTE e la funzione OTG

Mai un imputamento e mai un problema di blocco, molto fluido e veloce anche con tante schede aperte.

Certo nei giochi qualche scatto lo si può trovare ma del tutto tollerabile considerando il prezzo che lo si paga. Sicuramente il suo scopo non è certo quello di rendere al meglio con i gioochi. Buona invece la RAM che su questo dispositivo è da 3 GB e ci consentirà di tenere aperte più app in background.

La cover posteriore è totalmente in plastica è al primo assemblaggio sarà necessario premere un pochino i bordi per farla aderire completamente con il corpo del telefono.

La qualità in chiamata è buona, anche se sia la capsula che lo speaker hanno restituito dei suoni forse troppo “metallici”. La qualità di riproduzione audio è poi nella media del settore e non stupisce per qualità e volume. (ricordarsi di alzare il volume al massimo durante la chiamata, altrimenti faremo fatica a percepire la voce dell’interlocutore. Dall’altra parte chi ci ascolta (sul modello provato) ci riferisce di sentirci chiaramente e in maniera assolutamente pulita.

GPS

GPS veramente ottimo,  segnale ottimi, fix veloce: nessun problema infatti con Google Maps ed altre app di navigazione.

LA FOTOCAMERA.

Per noi che principalmete ci occupiamo di fotografia, parlare e dare giudizio sulla fotocamera di uno smartphone (per noi la qualità fotografica inizia ad essere considerata tale, solo quando iniziamo ad impugnare una reflex) dobbiamo comunque dire che non è certo un suo punto di forza ma in linea con le fotocamere della stragrande maggioranza di smartphone in circolazione.

Certo non è di prima qualità, non restituisce certo immagini di “grandiose” ma infondo è così per molti modelli. Se cercate una qualità fotografica accettabile in uno smartphone, questo sicuramente è un telefono che non fa per voi, se invece l’uso della che fate della fotocamera del telefono è nello standard medio qualitativo (ovvero scattate giusto qualche foto ricordo quando non avete a portata di mano la macchina fotografica) il cubot max può andarvi più che bene. Infondo la maggior parte delle persone usa o smartphone per fotografare il piatto che sta mangiando e poi pubblicarlo su social…

La messa a fuoco è un pochino lenta e al buio cade completamente di qualità. Detto questo il telefono ci è piaciuto comunque, fotocamera compresa visto il prezzo.

L’immagine (compressa per essere pubblicata) è stata scattata con il cubot max in una zona d’ombra durante una giornata soleggiata.

sicuramente nulla di eccezionale, anche alla luce del sole, ma in linea con i modelli sul mercato dai risultati tuttavia accettabili.

Il display si vede abbastanza bene anche sotto la luce del sole, inoltre la qualità è davvero sorprendente.

I tasti non sono retroilluminati è quindi sarà un pochino più problematico utilizzarli al buio, ma tutto sommato è una mancanza che non ci crea poi tante problematiche. In compenso è presente il Flash led di notifica che risulta molto più utile.


La scatola che vi arriva ed il suo contenuto

al di sotto della confezione troviamo il cavo usb classico e l’alimentatore, caricabatteria che consigliamo di sostituire con uno ad amperaggio più alto perchè questo in dotazione è veramente lento nel ricaricare lo smartphone.

A differenza degli altri smartphone, l’attacco usb per la ricarica è posizionato sulla parte superiore del telefono dove è presente anche il jack per le cuffie

sulla parte inferiore invece troviamo l’altoparlante.

oltre alla pellicola già applicate, in dotazione già montata vi troviamo una cover in silicone protettiva che ne aumenta considerevolmente le dimensioni. La scelta di utilizzarla o meno sarà del tutto personale.

Manuali d’uso e garanzia

Il telefono è abbastanza sottile, (non sottilissimo) 8mm

8 mm di spessore

83 mm di larghezza

165 mm di altezza

180 diagonale esterna


se qualche anno fà, vedere in giro smartphone dalle dimensioni più che generose era una cosa per pochi oggi le cose sono cambiate. Oramai con il telefono si fa di tutto, potremmo definirli dei veri e propri mini PC, oltre che a telefonare e a mandare messaggi sia ad amici che a parenti, si gioca, si guardano i film e si naviga sul web. Se consideriamo che la stragrande maggioranza delle persone, utilizza lo smartphone quasi esclusivamente per “andare su Facebook o accedere a WhatsApp, guardare qualche video su Youtube e leggere qualche email, ci sorge spontanea una domanda… Vale la pena spendere cifre così alte (con alcuni modelli top di gamma possiamo comprarci ben 10 Cubot Max) per fare poi quasi le stesse cose…

Be la scelta è strettamente personale. Noi lo abbiamo provato, testato ed utilizzato per un bel periodo e ci è piaciuto parecchio. Se si vuole spendere poco e apprezziamo i display grandi, il consiglio è scontato.

VOTO COMPLESSIVO – 8

Qualità Prezzo – 9

Ingombro dimensioni – 5

Display – 8

Prestazioni – 8

fotocamera – 5

Audio  –  6

Autonomia – 7

vedutedautore
Vedute d'Autore®, è associazione culturale gruppo fotografico di Abbiategrasso. Nato nel 2010 senza scopo di lucro, ha tra i suoi obiettivi principali, la passione per la fotografia e la condivisione degli eventi e le attività attraverso i moderni strumenti di social networking online (blog, facebook, ecc) e più tradizionali (sito web).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Spam Protection by WP-SpamFree